Miei amati

Quando ami si crea una compagnia,
una ristretta brigata nella mente,
nomi e volti come punti d’appoggio

in vuoti spalancati e spavento
ciuffi d’erba in poggi scoscesi
– e nel buio ecco nel buio

che ci attende ad ogni risveglio
il nome, i nomi ci fanno strada
come cespugli e rocce su cui puntare

il piede che brancolava nel vuoto.
Nomi come fiammelle accese
– da chi? da chi? – ci indicano il cerchio:

io e te, io e te, e anche io e te,
ci siamo tutti, mia famiglia dei viventi
miei amati, mia casa.

(Risveglio tratta da “Tu, paesaggio dell’infanzia” di Alba Donati)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.