Citazione

Informazioni supplementari

Questo mondo non mi piace. Decisamente non lo amo. La società in cui vivo mi disgusta; la pubblicità mi nausea; l’informazione mi fa vomitare. Tutto il mio lavoro di informatico consiste nel moltiplicare i riferimenti, le verifiche, i criteri di decisione razionale. Il che non ha alcun senso. A dirla tutta, è anche alquanto negativo: un inutile ingorgo per i neuroni. Questo mondo ha bisogno di tutto, tranne che di informazioni supplementari.

(Michel Houellebecq – “Estensione del dominio della lotta”)

Citazione

Non è malvagità

C’è il tipo d’uomo che non può tollerare di lasciare una donna, una persona in genere con la quale sia entrato in rapporto geloso, senza sbatterle la porta in faccia. Non credo che sia malvagità. È semplicemente bisogno di fare clamorosamente, totalitariamente quello che in altro modo parrebbe solo approssimativo e non certo. È debolezza. Consiste in attaccarsi ai simboli esterni della separazione (parolacce, schiaffi, gesti, scandali) per mera sfiducia verso la propria intima risoluzione. È paura di essere fatto fesso e vedersi rimettere nella situazione di prima − nel quale caso sarebbero desolatamente irriti, sprecati, tutti gli spasimi che la separazione ha pure causato. Non è malvagità. Ma certo tutte le malvagità nascono di qui, se tutte nascono dall’ambizione frustrata.

(Cesare Pavese – “Il mestiere di vivere”)

Citazione

Il vizio del poeta

Passai la vita
delegando a segni d’inchiostro
i sentimenti
e le emozioni,
forse per narcisismo
o forse perché
i miei pensieri
sono più lenti del tempo oggettivo
stabilito da noi o da chi per noi.

Adesso vorrei fermare
questo inutile versare di frasi
su vestigia
di organismi centenari,
per lasciare libere le parole
e vederle così
patrimonio di chi sarà in grado
d’offrirmi
un sorriso o uno sputo per risposta,
o trasformarle
in un’inutile brezza
per chi è troppo impegnato
a offrirmi il suo affetto
immerso
in un bicchiere di vino.

Ma il mio vizio
è difficile da eliminare,
così
pasteggio a pane e cipolle
sopra un foglio
rincorrendo nuove emozioni
da imprigionare.

(“Il vizio del poeta” di Silvio Borrelli)

(Di Silvio Borrelli, su questo blog, ho pubblicato, in data 27 agosto 2019, “Diario di un genovese“, breve resoconto di un viaggio in Serbia e Bosnia nel quale ci siamo conosciuti, e che ci ha visti protagonisti di un’avventura ai limiti del tragicomico, come è la vita, dopo tutto.)

Citazione

Decisioni minime

È incredibile come prendi delle decisioni perché ti piace qualcuno, dice lui, e poi tutta la tua vita è diversa. Credo che la nostra sia quella strana età in cui la vita può cambiare enormemente per delle decisioni minime.

(Sally Rooney – “Persone normali”)

Citazione

Estendere l’arte del compromesso

… ciò che importa raggiungere è una serena valutazione di se stesso nei confronti della realtà, cosa tuttavia più facile da dire che da fare dato che velocemente cambiamo noi e insieme ovverosia contemporaneamente cambia anche la realtà la quale poi è costituita da infinite cose in perenne mutamento e inoltre da alcuni milioni o miliardi di individui ognuno in rapida trasformazione e impegnato nel correre dietro per conto suo alla mutevole realtà, sicché questo mondo sarebbe proprio una bella girandola da matti se non intervenisse l’arte del compromesso che sarebbe poi la rinuncia alla pretesa di fare cose perfette che com’è noto non sono di questo mondo e facilmente neppure dell’altro, sicché tutto ciò che devo fare è estendere l’area del compromesso nel senso che non devo pretendere troppo né da me né dagli altri…

(Giuseppe Berto – “Il male oscuro”)

Citazione

Miei amati

Quando ami si crea una compagnia,
una ristretta brigata nella mente,
nomi e volti come punti d’appoggio

in vuoti spalancati e spavento
ciuffi d’erba in poggi scoscesi
– e nel buio ecco nel buio

che ci attende ad ogni risveglio
il nome, i nomi ci fanno strada
come cespugli e rocce su cui puntare

il piede che brancolava nel vuoto.
Nomi come fiammelle accese
– da chi? da chi? – ci indicano il cerchio:

io e te, io e te, e anche io e te,
ci siamo tutti, mia famiglia dei viventi
miei amati, mia casa.

(Risveglio tratta da “Tu, paesaggio dell’infanzia” di Alba Donati)

Citazione

Il disinteresse

Nel disinteresse, diceva Gualtieri, c’è un’ampiezza di visuale che nell’interesse non c’è. È una legge naturale, prima che un tema irrisolto della psicologia. Il cosiddetto interesse mette in moto una serie di processi di selezione e deselezione che il cosiddetto interesse non conosce, ma siccome di questi processi si occupa il cervello e il cervello dell’uomo oltre a essere dispersivo è solo in piccola parte fruibile e in gran parte inesplorato – quindi non è detto che sia stato creato per l’uso che comunemente se ne fa –, i processi di selezione seguono un metodo arbitrario per cui nel momento in cui ci si concentra su un oggetto si trascura la restante infinità, che invece viene segretamente registrata in forma sintetica dal disinteresse. La ragione di questo conflitto è che il cervello pensa. E soprattutto quello adulto pensa per categorie didattiche consolidate, non illuminate dall’istinto che si nasconde in qualche parte del corpo con la complicità degli ormoni ed è per così dire boicottato dal cervello che vorrebbe sempre dominarlo; per dominare l’istinto il cervello si serve di una propaganda faziosa e scorretta, facendo credere ai componenti dell’organismo che tutto quello che viene dall’istinto è sbagliato, contrario a una superiore istanza. Quale superiore istanza?, chiedono i componenti dell’organismo. Eh quale superiore istanza, risponde paternalisticamente il cervello, un’istanza superiore che è inutile che io vi stia a spiegare, perché dovete intendervi di medicina, biochimica, filosofia morale, diritto, teologia, etica dietetica e nutrizionismo, eccetera eccetera. E per dimostrare la sua bravura il cervello esibisce referenze e autoreferenze sempre un po’ sospette, specializzazioni e master che non voglion dir niente ma che creano un certo impatto suggestivo, per esempio: pianificazione dei processi strategici, digital management della metodologia dell’indotto, multimedialità dei cicli integrati, graphic design della radiologia vascolare.

(Paolo Colagrande – “La vita dispari”)

Citazione

Dettagli minuziosi

Ricordasti Chango che frugava tra la biancheria degli armadi di tua madre, quando sostituiva nei loro compiti le donne della casa. Le vene della sua mano si gonfiavano, come di inchiostro blu. Vedesti che sulla punta delle dita aveva dei lividi. Esaminasti involontariamente con lo sguardo i dettagli della sua giacca di stoffa lucida, così ruvida sulle tue ginocchia. Da allora e per sempre avresti visto le tragedie della tua vita adorne di dettagli minuziosi. Non ti difendesti.

(Estratto dal racconto di Silvina Ocampo Il peccato mortale, contenuto in “Un’innocente crudeltà”)